Roma, 30 set. (AdnKronos) – ‘Le immagini del trasbordo dei 64 profughi, donne, bambini e ammalati, recuperati da un gommone alla deriva e messi in salvo dalla nave Mare Jonio, siano il monito per una vera discontinuità con le politiche finora messe in campo in tema di immigrazione”. Lo afferma il segretario confederale della Cgil, Giuseppe Massafra, in una nota.
Per il dirigente sindacale ‘il decreto sicurezza è una legge contro i poveri, contro i più vulnerabili, contro l’essere umano nella sua accezione valoriale. Una legge emanata con l’unico scopo di alimentare una narrazione xenofoba utile solo a distogliere l’attenzione dai veri problemi del Paese. Una legge – aggiunge – che è servita da propaganda per costruire consenso, trasformando il disagio in paura e poi la paura in odio”.