(AdnKronos) – ‘Le condizioni per cui sono state fatte sbarcare le cosiddette persone ‘vulnerabili’ – sottolinea il segretario confederale – sono le stesse già provate dai migranti della Open Arms, della Viking, della Sea Watch, della Diciotti. Si continua così, per effetto del decreto Salvini, ad acuire una disperazione già vissuta durante la pericolosa traversata del deserto e del mare, nella permanenza nei lager libici dove hanno subito violenze di ogni genere”.
‘Ciò che potrà sancire il passaggio dal governo del ‘cambiamento’ ad un governo delle ‘novità’ non sarà la figura del Premier o la composizione della squadra di governo, ma le azioni. La prima e più importante azione da compiere è quella di riconsegnare al Paese l’umanità che gli è stata scippata in questi mesi, abrogando una legge tanto inutile quanto ingiusta. Ci auguriamo – conclude Massafra – che vengano fatti subito sbarcare anche gli altri 34 naufraghi che si trovano ancora a bordo della nave di Mediterranea Saving Humans”.