Venezia, 2 ago. (AdnKronos) – Uomini della Protezione Civile regionale e volontari impegnati in tutto il Veneto per far fronte alle conseguenze delle forti precipitazioni registrate in alcune zone della nostra Regione in particolare questa mattina. ‘Si registrano ancora problemi a Piovene Rocchette ‘ spiega l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin, che segue l’evolversi della situazione ‘ per questo dalla regione abbiamo inviato un funzionario della Protezione Civile a supporto dei volontari di Protezione Civile arrivati anche da altri Comuni. Abbiamo inoltre integrato le squadre di Piovene Rocchette con i mezzi movimento terra provenienti dalla Protezione Civile della provincia di Padova con relativa squadra.”
Situazione critica anche tra le province di Treviso (Silea, Zenson di Piave, san Biagio di Callalta, Salgareda) e di Venezia (Noventa di Piave) con chiamate ai Vigili del Fuoco per alberi caduti e allagamenti. Nei Comuni di San Stino di Livenza, Concordia Sagittaria e San Biagio di Callalta si registrano alcune migliaia di utenze Enel disalimentate per danni da temporale.
‘Considerato il numero degli interventi in coda a Treviso ‘ spiega l’assessore regionale – abbiamo attivato l’Ana di Treviso per fornire supporto per taglio alberi con una quindicina di volontari all’opera.” ‘Siamo in codice arancione (preallarme) fino a stanotte in tutta la Pedemontana trevigiana, vicentina e bellunese ‘ conclude Bottacin ‘ per questo e viste le previsioni meteo continueremo a monitorare la situazione che vede il massimo impegno della Protezione Civile regionale per coordinare al meglio gli interventi.”