(AdnKronos) –  ‘La città di Palermo ‘ spiega Fabio Giambrone, vice sindaco di Palermo ‘ anche quest’anno ricorda con commossa gratitudine il sacrificio del Prefetto Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, della moglie Emanuele Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo. La festa dell’onestà impegna tantissime associazioni, movimenti culturali e cittadini, testimoniando il riscatto culturale della nostra città che sempre più sperimenta il senso di comunità. Una Palermo meravigliosa che non si è mai arresa alla cultura della violenza, interpretando uno degli insegnamenti più belli del Prefetto Dalla Chiesa: Se è vero che esiste un potere, questo potere è solo quello dello Stato, delle sue istituzioni e delle sue leggi; non possiamo oltre delegare questo potere né ai prevaricatori, né ai prepotenti, né ai disonesti.
‘La comunità dei commercianti ‘ sottolinea Giovanna Analdi, Presidente dell’Associazione ‘Cassaro Alto’ ‘ è felice di condividere con l’intera Città un evento che, ancora una volta, vuole essere non solo memoria ma anche impegno per il futuro”. ‘Senso civico è il tema che abbiamo pensato per questa IV edizione ‘ spiegano Francesco Lombardo, Giulio Pirrotta e Giuseppe Scuderi del comitato ‘La Festa dell’Onestà’ ‘ consapevoli dell’importanza che ricopre per lo sviluppo della comunità. Una riflessione che si sviluppa attorno alla memoria del Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa i cui insegnamenti continuano a ispirare l’azione di tanti operatori culturali della città, convinti del ruolo irrinunciabile della cultura dell’onestà, della legalità e della condivisione”.