kyrgios
AFP/LaPresse

Kyrgios cerca di metterci una pezza: l’australiano ritratta dopo le dure affermazioni contro l’ATP dopo l’esordio agli US Open

Nick Kyrgios sa come essere sempre al centro dell’attenzione: il tennista australiano riesce sempre, in un modo o nell’altro, a far parlare di sè, ma non solo per i risultati ottenuti in campo. Dopo la vittoria al primo turno degli US Open: Kyrgios ha rilasciato delle affermazioni shock in conferenza stampa, attaccando l’ATP.

AFP/LaPresse

Qualche ora dopo, però, l’australiano a deciso di ritrattare: “l’Atp non è corrotta, ma usa un doppio standard. Non ho scelto le parole corrette, la mia intenzione era quella di affrontare ciò che vedo come un doppio standard piuttosto che come corruzione. So che il mio comportamento a volte è stato controverso e che questo mi ha messo nei guai -riconosce-, ma il mio problema riguarda gli altri che, con un comportamento simile e più o meno la stessa attenzione mediatica, non vengono sanzionati. Questo è il mio problema e continua ad esserlo. Per essere chiari, so di non essere perfetto e non pretendo di esserlo, riconosco di aver meritato multe e sanzioni a volte, ma mi aspetto coerenza e correttezza su tutta la linea e ad oggi non è successo“.

Ho ricevuto un enorme supporto da Chris Kermode e l’ho ricambiato, per questo voglio chiarire i miei commenti ma al tempo stesso sostenere le mie convinzioni e il mio sentimento per quanto riguarda i doppi standard“, ha concluso Kyrgios parlando del presidente Atp:.