(AdnKronos) – “Se il patrimonio boschivo siciliano, per almeno il 6o%, è privo di viali parafuoco e di opere di manutenzione del sottobosco – elenca Grosso – se la maggior parte dei forestali è tenuta a casa mentre i boschi bruciano, se gli addetti allo spegnimento degli incendi sono dentro squadre di pronto intervento incomplete, dispongono solo del 60% dei mezzi poiché il 30% sono in attesa di essere riparati e 10% senza copertura assicurativa, se parte dei lavoratori sono ancora privi dei necessari dispositivi di sicurezza e senza le necessarie cassette mediche previste dalla norma, ci spieghi il presidente della Regione come si fa a dissuadere i piromani quando tutto sembrerebbe preparato apposta per facilitare le loro azioni criminali?” 
Per il Sifus, “almeno il 50% delle responsabilità degli incendi vanno imputate al governo Musumeci. Per queste ragioni, stiamo presentando esposti-querele in tutte le Procure della repubblica siciliane: il segretario regionale settore forestale, Giuseppe Fiore e il segretario provinciale Pietro Di Giovanni hanno già proceduto a presentarle a Palermo, Catania e Trapani” conclude Grosso.