Ibrahimovic contro gli arbitri americani: “secondo loro appena tocco qualcuno è come se lo stessi mandando al cimitero”

Ibrahimovic AFP/LaPresse

Zlatan Ibrahimovic se la prende con gli arbitri americani e il gioco troppo ‘soft’ dell’MLS: lo svedese si unisce a Wayne Rooney in una particolare protesta

Zlatan Ibrahimovic ha un’incredibile dote nel generare polemiche. L’attaccante svedese, questa volta, ha puntato il dito contro la classe arbitrale americana e il gioco in MLS, ritenuto troppo ‘soft‘ rispetto a quello europeo, specialmente se paragonato alla Premier League. Ibrahimovic, volendo spalleggiare lo sfogo di Wayne Rooney che aveva espresso le stesse lamentele qualche giorno fa, non ha usato mezzi termini nel criticare la classe arbitrale dopo il 3-3 nel derby di Los Angeles pareggiato dai suoi Galaxy: “non sono sorpreso che Rooney voglia tornare in Inghilterra. Assolutamente no. È venuto qui, ci ha provato, ha fatto del suo meglio e ha avuto pazienza. Devi avere molta pazienza e lui… l’ha finita. Io sono in una posizione differente: Wazza è molto più giovane di me, io sono vecchio ma ancora dominante, faccio ancora la differenza. L’arbitro del derby di Los Angels non era all’altezza della partita. Deve tornare sui banchi e imparare le basi. Ogni volta che toccavo qualcuno, sembrava che lo stessi mandando al cimitero“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17401 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery