Governo: Orsini, ‘priorità sia rilancio economia o tornare al voto’

Milano, 21 ago. (AdnKronos) – Il prossimo governo, magari sostenuto da M5S e Pd, deve avere come priorità il rilancio dell’economia. Le forze politiche devono accordarsi per mettere al centro l’edilizia e le infrastrutture, le imprese e l’export, l’Europa e la riduzione del cuneo fiscale. Altrimenti è meglio tornare al voto. E’ quanto sottolinea Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo, l’associazione delle imprese del mobile e dell’arredamento. “Se si è arrivati a una chiusura anticipata di questo governo è anche perché l’economia non è partita come ci si aspettava”, spiega Orsini all’Adnkronos.
Dopo la fine dell’esperienza del governo gialloverde M5S e Pd possono tentare di formare un governo, ma, avverte Orsini, “se non si riuscirà a formare una coalizione con le idee chiare, allora è meglio tornare al voto”. E le due idee principali del prossimo governo devono essere “l’economia e la famiglia”. Il nuovo esecutivo “deve mettere insieme le forze che diano una spinta all’economia”. E in questo senso il M5S “sarà costretto a rivedere le proprie politiche: non possiamo tenere il Paese fuori dalle infrastrutture, su questo serve uno slancio. C’è una marea di cantieri fermi, bisogna far volare l’economia rilanciando l’edilizia e tagliando il cuneo fiscale”.
Ma il prossimo esecutivo deve guardare anche all’estero, in particolare all’Europa. “Il tema dell’Europa -continua il presidente di FederlegnoArredo- è importante e occorre indicare presto un commissario europeo di peso”. Come anche “bisogna stare attenti alla recessione in Germania, che impatterà molto sulle nostre esportazioni”, e alla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina. In ogni caso fra M5S e Pd “serve un accordo sulle politiche condivise e chiari punti di congiunzione. No a governi raffazzonati”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery