Roma, 10 ago. (AdnKronos) – “Ci sono voluti quattordici mesi per capire che l’Italia era prigioniera di un governo instabile, pavido e inaffidabile. Non è mai troppo tardi, ma nel frattempo si sono consumati errori gravissimi ai quali va posto rimedio al più presto. Nessuno deve convincerci della necessità di tornare rapidamente alle urne: lo dicevamo un anno fa mentre per il Paese iniziava l’incubo del governo gialloverde. Per noi nulla è cambiato”. Lo afferma Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei Gruppi parlamentari.
“Ieri come oggi -aggiunge- Forza Italia era dalla parte dei ‘sì’, oggi come allora rimane e rivendica di essere garante dei liberali e dei moderati: lo siamo nel Paese e ne siamo la proiezione in Europa, dove la presenza autorevole e riconosciuta di Silvio Berlusconi è certezza di credibilità e ascolto grazie a relazioni consolidate in 25 anni di storia. Mai come adesso l’esperienza del nostro leader tornerà utile all’Italia per rimediare a inutili smargiassate e controproducenti sceneggiate che ci hanno isolato in Europa e nel mondo. Noi siamo prontissimi”.