Governo: ‘forte’, no Conte bis e discontinuità, i paletti di Zingaretti

Roma, 20 ago. (AdnKronos) (di Mara Montanari) – Nicola Zingaretti riunisce domani alle 11 la Direzione Pd. Una riunione da cui uscirà la linea dem da portare al Quirinale (composizione della delegazione compresa). Al Nazareno si sta lavorando a un documento, un ordine del giorno che, questa è l’intenzione, raccolga la condivisione delle anime dem. Nello schema del segretario, la premessa è che il Pd non ha alcun timore di andare al voto.
Nel caso in cui, però, si verificassero le condizioni per non interrompere la legislatura, per Zingaretti l’unica strada percorribile è quella di un governo ‘solido’. Un governo di legislatura, appunto. Niente governicchi, niente governi istituzionali di cui parlava anche oggi Matteo Renzi in Transatlantico al Senato. E i ‘paletti’ che il segretario intende esplicitare partono intanto dal riconoscimento del fallimento del governo gialloverde che “ha portato l’Italia nel pantano”.
Con una postilla conseguente: un Conte bis, per Zingaretti non esiste. Questo non sarà argomento della Direzione ma, a quanto si apprende, da fonti del Nazareno questa è la posizione del segretario.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery