Palermo, 27 ago. (AdnKronos) – “Il nuovo governo deve recuperare credibilità e autorevolezza in campo europeo, affinché si arrivi sul serio alla riforma del regolamento di Dublino e, intanto, ottenere operazioni comuni di monitoraggio e soccorso nel Mediterraneo che non possono prevedere accordi con i gruppi criminali che operano in Libia”. Lo ha detto all’Adnkronos Giusi Nicolini, ex sindaca di Lampedusa parlando della cfrisi di governo. “L’Europa è la patria dei diritti umani, cancellare la vergogna dei porti chiusi e dei respingimenti in mare verso la Libia deve essere considerato un discrimine tra la civiltà e la barbarie, prima ancora che tra destra e sinistra”, aggiunge Nicolini, diventata un simbolo per i diritti degli immigrati.