Roma, 30 ago. (AdnKronos) – “Il rilancio del Mezzogiorno e il superamento del divario Nord-Sud sono strettamente connessi al rilancio delle infrastrutture: basta con i troppo no-Tav e alle tante piccole e grandi opere bloccate dalla politica della decrescita”. Lo ha affermato Silvio Berlusconi, al termine dell’incontro della delegazione di Forza Italia con il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte.
“Ci sono -ha ricordato il leader di Fi- 600 piccole opere ferme con già approvato il finanziamento dai precedenti governi; ci sono 24 miliardi a disposizione per le principali importanti opere intorno a 100 milioni ciascuna. I costruttori hanno calcolato che dando il via a questi lavori in un anno ci sarebbe un aumento di 400 mila persone occupate”.