**Governo: Baldassarre, ‘con taglio parlamentari necessarie nuove elezioni’**

Roma, 23 (AdnKronos) – Con il taglio del numero dei parlamentari e la necessaria nuova legge elettorale si verificherebbe un “cambio di rappresentatività” e quindi “avremmo un Parlamento delegittimato” a compiere “atti fondamentali come l’approvazione di nuove leggi e l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica”, prevista nel 2022. Lo spiega all’Adnkronos Antonio Baldassarre, già presidente della Corte costituzionale.
“La riduzione del numero dei parlamentari, per essere realizzata a regola d’arte -afferma il costituzionalista- presuppone che sia cambiata la legge elettorale, perchè con quella attuale si pongono rischi di abbassamento della rappresentatività per formazioni politiche e ambiti territoriali”.
“E’ chiaro che con il combinato disposto riforma della Costituzione con riduzione del numero dei parlamentari e modifica del sistema di voto, si va ad incidere sul principio di rappresentatività. A quel punto avremmo un Parlamento delegittimato a compiere atti fondamentali come l’approvazione di nuove leggi e l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Quindi -conclude Baldassarre- sarebbe buona regola scioglierlo e procedere a nuove elezioni per allineare il Parlamento con le nuove regole”.