Governo: Art.1, ‘rompere muro tra centrosinistra e M5S’

Roma, 21 ago. (AdnKronos) – Le consultazioni che si aprono oggi, all’indomani della crisi di Governo provocata da Matteo Salvini, possono aprire una nuova fase per la democrazia italiana, che allontani l’estrema destra dall’illusione tracotante dei pieni poteri. Essa va gestita con trasparenza e capacità di ascolto. Non abbiamo paura del voto anticipato, ma oggi la priorità è difendere la dignità delle Istituzioni che vanno difese sempre e dunque non possono essere calpestate da nessuno”. Si legge in un documento di Articolo Uno che oggi ha riunito i segretari regionali e dei dipartimenti.
“L’Italia è una Repubblica Parlamentare, non spetta a un partito o a un leader stabilire quando e come si vota. Esprimiamo piena fiducia nel lavoro del Presidente Sergio Mattarella. Abbiamo sempre lavorato per rompere il muro d’incomunicabilità tra Sinistra e M5S. Lo abbiamo detto con Bersani nel 2013. Lo abbiamo sostenuto in solitudine nel 2018 perché pensavamo fosse un errore drammatico agevolare la saldatura tra la Lega e i Cinque Stelle.
“Siamo contrari ad operazioni di corto respiro. Non siamo favorevoli a manovre di palazzo, rabberciate e senza futuro. Siamo invece favorevoli a un tentativo che dia a questa legislatura un cambio di passo vero. Serve un nuovo Governo di svolta, in discontinuità anche rispetto agli ultimi esecutivi. Serve una svolta sociale e ambientale”.