Quando il Giro d’Italia costa un… matrimonio! Davide Cimolai lasciato dalla moglie: la telefonata spezza il cuore

Credits: Instagram @Cimo89

Davide Cimolai lasciato dalla moglie durante il Giro d’Italia: il ciclista racconta l’incredibile telefonata arrivatagli durante la corsa italiana

L’amore per il ciclismo e quello per una donna rischiano di non essere compatibili. Gli sportivi delle due ruote sono spesso costretti a stare lontani da casa, a fare grandi sacrifici per correre in giro per il mondo stando lontano dai propri affetti. Capita che non tutte le coppie riescano a far fronte a questa situazione. È il caso di Davide Cimolai che, alle prese con le fatiche del Giro d’Italia, ha ricevuto una telefonata che shock da parte della moglie che annunciava la fine del loro matrimonio.

Ma facciamo un passo indietro. L’amore fra Davide Cimolai e l’ormai ex moglie Greta Rover non era di certo una storiella di poco conto: i due stavano insieme da 6 anni, 5 dei quali passati a convivere. Il 20 ottobre 2018 i due si erano sposati, coronando il loro sogno d’amore, trasformatosi pochi mesi dopo in un incubo. Lui è troppo distante, lei perde la testa per il suo datore di lavoro. Durante la corsa più importante per un ciclista italiano arriva la telefonata che Davide non si sarebbe mai aspettato.

Davide Cimolai in Carlo Pignatelli_Matrimonio con Greta RoverMi ero sposato a ottobre, innamoratissimo. Sei mesi dopo, mentre sto partendo, mia moglie mi dice che vuole stare sola, che ha bisogno di tempo e spazio per capire cosa prova nei miei confronti  – ha raccontato il capitano della Israel Cycling Academy a tuttobiciweb.it -. Stavamo assieme da 6 anni di cui 5 e mezzo di convivenza, conosceva bene il mio lavoro e i sacrifici che comporta, soffriva la distanza ma era abituata ad avermi parecchio lontano. Qualche piccola discussione c’era stata in passato, ma l’avevamo sempre superata insieme. Mi sono tenuto tutto dentro, convinto avremmo potuto risolverla anche questa volta. Invece… È stato il giorno più brutto della mia vita. Scoprire che la donna che ami ha perso la testa per il suo nuovo datore di lavoro, un grosso imprenditore per cui ha iniziato a lavorare come assistente personale, ti sembra pura follia. Arrivare a Verona, alla fine è stato difficile ma gratificante perché all’Arena ho rinnovato il contratto con la squadra. Le ore in bici sono state il meno della fatica, correre l’ultima settimana del Giro dormendo 3 ore a notte non è una passeggiata di salute”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (16921 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery