G8: slitta estradizione Vecchi, giustizia francese chiede ulteriori informazioni a Italia

Roma, 23 ago. (AdnKronos) – Slitta l’estradizione in Italia dell’ultimo black bloc ricercato per il G8 di Genova. La Corte di Appello di Rennes, infatti, ha chiesto all’Italia di fornire un complemento di informazione relativo ai due mandati di arresto europei nei confronti di Vincenzo Vecchi, arrestato giovedì scorso in Francia per i fatti del 2001 e comparso oggi dinnanzi alla giustizia francese. A riferirlo all’Adnkronos è Maxime Tessier, uno degli avvocati del latitante.
La decisione della Corte di Appello, che quindi non accoglie la richiesta del Procuratore generale di consegnare Vecchi alle autorità italiane, è stata resta nota oggi nel corso di un’udienza. Vecchi era stato condannato con sentenza definitiva dalla Corte di Cassazione del 13 luglio 2012 alla pena di 11 anni e 6 mesi di reclusione per le violenze verificatesi durante il G8 di Genova e a 4 anni di reclusione per aver partecipato alle violenze a Milano a marzo del 2006.
“La Corte d’Appello di Rennes – sottolinea Tessier – ha sostenuto che i due mandati europei nei confronti di Vecchi erano incompleti per poter procedere alla consegna alle autorità italiane e ha chiesto un complemento di informazioni alle autorità italiane che avranno tempo fino al 10 ottobre per fornirle”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE


FotoGallery