photo4/Lapresse

In vista delle due gare che seguiranno la sosta, il team di Maranello farà debuttare il terzo motore concesso dal regolamento

Non c’è più tempo da perdere, la prima parte di stagione lo ha certificato. La Ferrari è ormai dietro sia alla Mercedes che alla Red Bull, dunque serve un repentino cambio di passo per rimettersi al passo con i propri rivali.

photo4/Lapresse

Per questo motivo, il Cavallino farà debuttare il terzo motore nel prossimo Gran Premio del Belgio, in programma al rientro dalla pausa estiva. Le caratteristiche del circuito favoriscono l’efficienza aerodinamica e le alte velocità della SF90, dunque Binotto e i suoi collaboratori proveranno a sfruttare questa occasione per prendersi la prima vittoria in stagione. Secondo le indiscrezioni emerse, il terzo propulsore concesso dal regolamento sarà più prestazionale rispetto ai primi due utilizzati quest’anno, ma non solo per una nuova benzina progettata da Shell. E’ previsto infatti un incremento di ben venti cavalli, derivante da una più spinta gestione della combustione che sfrutta sfrutta meglio i pistoni in materiale bi-metallico che consentono di incrementare la pressione in camera. Dunque, un asso nella manica che la Ferrari conta di giocarsi a Spa: da quel momento in poi, non sarà più consentito sbagliare.