Photo4/LaPresse

Un tweet di complimenti di Alonso nei confronti di Verstappen e Hamilton scatena l’ilarità in conferenza stampa, dando vita ad un sorprendente siparietto che coinvolge anche Vettel

Basta un tweet di complimenti di Fernando Alonso per accendere la conferenza stampa post Gp d’Ungheria, coinvolgendo nel divertente siparietto tutti e tre i piloti seduti davanti ai media. “Bravi Lewis e Max, avete spinto sempre al massimo. Grazie per lo show” il messaggio social del driver di Oviedo, preso come spunto da un giornalista per chiedere a Hamilton, Verstappen e Vettel un commento sul suo eventuale ritorno nel circus. Una domanda che ha dato inizio allo show:

Hamilton: “è fantastico il suo sostegno a distanza. Non so quanto sia vecchio, ma resta un grande e se trovasse un buon sedile sarebbe il benvenuto“.

Verstappen: “è un peccato che non abbia potuto duellare con lui in F.1“.

Hamilton: “potrebbe essere un buon compagno di squadra…“.

Verstappen: “beh, tu ne sai qualcosa“.

Vettel: “potrebbe essere tuo padre!“.

Verstappen: “un papà giovane. Quanti anni ha? 36? 38! A 17 si può essere padri“.

Vettel: “parli per esperienza?“.

Verstappen: “ho 21 anni. Ne ho di tempo davanti“.

Hamilton: “io ne ho 34, quasi 35, sto bene in questa stanza perché non sono il più vecchio“.

Vettel: “il giorno in cui saremo battuti da uno nato dopo il 2000 sarà ora di smettere. Il ritorno di Alonso? Non mi interessa. Non credo di essergli mai piaciuto. Se scrive messaggi forse si annoia. Quindi che torni“.

Hamilton: “c’è ancora un posto disponibile in Red Bull e lui è in grado di vincere. Non sarebbe male“.

Verstappen: “forse potrebbe parlare con Toto“.

Hamilton: “no, Valtteri va alla grande e sta vincendo, l’unico sedile libero potrebbe essere nella tua squadra“.

Verstappen: “non l’ho detto io“.

Vettel: “non sono così sicuro“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android