LaPresse

Hamilton si aggiudica il Gp d’Ungheria: le parole a caldo dei primi tre classificati all’Hungaroring

La vittoria più bella del’anno, oggi all’Hungaroring, per Lewis Hamilton. Il britannico della Mercedes si è preso di forza il Gp dell’Ungheria, lasciandosi alle spalle un ottimo Max Verstappen e Sebastian Vettel, che sul finale ha superato il suo compagno di squadra Charles Leclerc.

Photo4/LaPresse

Sorridente e felicissimo per il suo successo, Hamilton ha commentato così la vittoria appena terminata la gara ungherese: “sono stanco ed è giusto così, ma sono anche molto grato per questa giornata e anche per il team per il lavoro che continua a fare per come continua a spingere fino al limite, siamo insieme da 7 anni ma non è mai scontato, è sempre qualcosa di nuovo quando vinci una gara, ogni vittoria è qualcosa di nuovo, devo ringraziare tutti i ragazzi qui e quelli in fabbrica, sono grato di essere parte di tutto ciò,  spingere così tanto è stato un divertimento incredibile. Abbiamo avuto problemi ai freni per tutto il weekend, no sapevamo se potevamo arrivare in fondo alla gara, ma ho dovuto usarli tanto alla fine ho cercato ri risparmiarli prima per avere un’opportunità alla fine, è stata difficile, non sapevo se potevo riprendere quei 19 secondi ma il team mi ha continuato a dire di continuare a spingere e io l’ho fatto, giù il cappello verso il team, penso che se il team fosse qui si toglierebbe il cappello anche lui“.

max verstappen
photo4/Lapresse

Un po’ amareggiato invece per la sconfitta Max Verstappen: “non siamo stati abbastanza veloci, io le ho provate tutte con le dure per tenermi in gara, ma non è stato sufficiente, il secondo posto è buono, è un buon weekend per noi, complimenti a Lewis, mi ha spinto al limite e questo mi piace. ci mancava un po’ di grip probabilmente, abbiamo fatto una gara ad una sosta, loro l’hanno fatta a due e sicuramente ha vinto la loro strategia”.

vettel
photo4/Lapresse

Infine Sebastian Vettel si è detto soddisfatto del risultato, ma ha guardato con durezza al futuro:  “sicuramente ero lì al quarto posto, non avevo nulla da perdere, speravamo che le soft durassero fio alla fine, è successo siamo riusciti a chiudere il divario, c’è stata un’opportunità e l’ho colta, sono contento di aver preso questo ‘contentino’ è chiaro che non avevamo il passo per tutto il weekend, i ragazzi dovranno lavorare tanto, dobbiamo ricaricare le batterie e riprendere la battaglia, dobbiamo diventare più forti. Non so cosa faranno gli altri dal punto di vista degli aggiornamenti Spa e Monza sulla carta sono favorevoli per noi, sarà molto impegnativo per noi, nessuno potrà risposare anche a livello mentale in queste due settimane“.