photo4/Lapresse

Binotto sincero al termine del Gp d’Ungheria: le parole del team principal Ferrari dopo la gara di oggi a Budapest, in vista della pausa estiva

Gara non troppo soddisfacente oggi per la Ferrari in Ungheria: nonostante il terzo posto di Sebastian Vettel, alle spalle di Hamilton e Verstappen, il team di Maranello ha molto su cui pensare e tanto lavoro da fare in vista della seconda metà della stagione. La Ferrari va in vacanza con tanti pensieri.

photo4/Lapresse

Seb è stato bravo nel gestire le gomme, nel primo stint è stato bravo, non c’erano alternative per Charles, mentre Seb è riuscito a prolungare il primo stint a cambiare le gomme e andare fino in fondo, mentre è da capire con Charles perchè le abbiamo usurate così tanto. Credo che in realtà la nostra debolezza è il carico aerodinamico, si sente ancora di più in gara in queste piste qua, sulla distanza si soffre di carico verticale e si notano di più le differenze“, ha spiegato Mattia Binotto ai microfoni Sky.

binotto
photo4/Lapresse

Il team principal Ferrari ha poi aperto una parentesi sulla pausa estiva e sulle prossime due sfide, a Spa e Monza: “la sosta credo sia importante, la squadra ha lavorato tanto, la prossima settimana siamo tutti impegnati a riguardare i dati, poi nelle prossime due gare sicuramente i rettilinei sono più lunghi, sono piste che sulla carta possono favorirci di più rispetto all’Ungheria, una settimana fa la nostra vettura era la più veloce, da pista a pista i valori possono cambiare, siamo consapevoli che Spa e Monza sono due piste dove tendenzialmente dovremmo andare bene, poi si vedrà. Il motivo per cui abbiamo preso un minuto è che ci manca prestazione. In estate noi come squadra tutti insieme penseremo alla nostra macchina, qualche giorno per ricaricare le energie sarà importante, spero di ritrovare una squadra motivata a rientro“.