photo4/Lapresse

Charles Leclerc si rammarica per l’errore nel Q1 delle qualifiche del Gp d’Ungheria: il pilota Ferrari fa mea culpa e sottolinea le differenze con Verstappen in pole

Quarto posto per Charles Leclerc al termine delle qualifiche del Gp d’Ungheria, dominate da uno straordinario Max Verstappen. La sessione di qualifiche del giovane pilota Ferrari è stata condizionata da un errore nel Q1 che lo ha fatto finire a muro, rischiando di fargli concludere in anticipo il suo sabato in pista.

Intervistato a Sky Sport, Leclerc ha fatto mea culpa: “nel Q1 è stato un errore non necessario. Due errori in due gran premi, devo concentrarmi di più. Il primo era accettabile, questo no. In Q1 non è possibile fare un errore così. C’era Seb davanti che iniziava il suo giro, sono andato nell’aria sporca della sua macchina, ho provato ad andare un po’ più tranquillo, però non era abbastanza, ho perso il posteriore e ho sbattuto. Ringrazio meccanici e team per il grande lavoro fatto per rimettermi in pista. Sono riuscito a ripartire, sono contento del risultato in Q3 anche se siamo lontani. L’incidente non ha influito sul risultato. Non siamo sorpresi della pole position di Verstappen. Sappiamo che hanno tanto downforce, è il loro punto di forza, non il nostro. Ci aspettavamo di fare tanta fatica“.