Roma, 1 ago. (AdnKronos) – ‘Non ho condiviso in questi mesi atteggiamenti di ingenerosa e plateale rottura di alcuni esponenti di Forza Italia e ho apprezzato i tentativi del nostro leader di rilanciare un partito essenziale per una coalizione di centrodestra equilibrata e in grado di governare con capacità e saggezza l’Italia. Giusto anche l’appello a unire moderati e realtà civiche del territorio nell’ ‘Altra Italia’. Tuttavia sarebbe un errore ignorare i problemi che si stanno manifestando”. Lo afferma il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri.
“Se in qualche caso il processo di distacco era chiaro da tempo, in altri casi -aggiunge- non c’è distacco ma preoccupazione per il futuro del centrodestra e per il ruolo di Forza Italia. Le parole di Mara Carfagna saranno certamente ascoltate dal nostro presidente. Nessuno che abbia a cuore il ruolo di Forza Italia può anteporre questioni personali, la politica è fatta di stop and go, ma è pur vero che le decisioni che si sovrappongono rischiano di creare incertezza, quando abbiamo bisogno di coesione e capacità di proposta. Sarà importante il ruolo di tutti. Dal vicepresidente Tajani alle capigruppo Bernini e Gelmini. Ed anche l’apporto di ciascuno di noi che vive quotidianamente la vita e la difficoltà del territorio”.
“Ma è soprattutto Berlusconi -conclude Gasparri- che può riannodare i fili. Se lanciamo un progetto di aggregazione non possiamo abbinarlo a lacerazioni. La politica impone pazienza e saggezza a tutti. Berlusconi ha dedicato tempo, energie e risorse a un progetto che ha fatto storia. Sono certo che continuerà a farlo ascoltando e unendo come sempre ha fatto”.