Photo4/LaPresse

Il pilota tedesco si è soffermato sulle differenze tra la gestione Arrivabene e quella Binotto, esprimendo il proprio punto di vista

Ultimo Gran Premio prima della pausa estiva, la vittoria continua a latitare per la Ferrari che spera di andare in vacanza con almeno un successo in saccoccia da conquistare in Ungheria.

LaPresse/Photo4

Una situazione diversa rispetto a quella dello scorso anno, quando Vettel arrivò addirittura in testa al Mondiale ad Hockenheim, salvo poi dilapidare il suo vantaggio a favore di Hamilton. Interrogato sulle differenze tra la gestione Arrivabene e quella Binotto, il tedesco ha ammesso: “non credo sia giusto fare confronti, perché ogni anno la situazione è sempre diversa. Ma sicuramente abbiamo raggiunto un obiettivo che è quello di mantenere sempre la calma” le parole di Vettel a Motorsport.com. “Mattia è il nostro team principal, il nostro leader, e la situazione non è stata facile perché non abbiamo vinto tutte le gare e siamo lontani da quell’obiettivo. Diciamo che non abbiamo avuto la prima metà di stagione che speravamo di avere, e sappiamo quanta attenzione ci sia sul team, ma tutti sono rimasti calmi e sono determinati a fare progressi il prima possibile.

photo4/Lapresse

Vettel ha poi proseguito: “ci sono cose che non si possono cambiare in breve tempo, ma penso che ora abbiamo un’ottima comprensione di dove siamo e dove vogliamo arrivare. Ovviamente, saranno i prossimi mesi che ci diranno se stiamo andando nella giusta direzione, e credo che Mattia stia facendo un gran lavoro nel tenere il gruppo compatto, mantenendo la calma e allo stesso tempo ricordando dove vogliamo arrivare. Il suo ruolo è ovviamente diverso rispetto a quello che ricopriva in passato, la squadra è attorno a lui ma non siamo diversi rispetto all’organizzazione che avevamo 12 mesi fa“.

Leggi anche >>> Formula 1 – Vettel non si nasconde: “ad Hockenheim un 2° posto grandioso, ma la Ferrari ha grossi problemi”

Leggi anche >>> Formula 1 – Rimonta Vettel, Palmer durissimo dopo la gara di Hockenheim: “Seb? Niente di spettacolare, ecco perchè”

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android