Photo4/LaPresse

Il pilota della Mercedes ha parlato al termine della prima giornata di prove libere a Spa, soffermandosi sulla competitività delle Ferrari

Sesto posto al mattino e quarto al pomeriggio, non è stata una giornata da incorniciare per Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes ha avuto alcuni problemi nel corso delle due sessioni di libere, che ne hanno condizionato il lavoro in pista.

Photo4/LaPresse

Intervistato nel posto FP2, il campione del mondo ha analizzato la sua prestazione, soffermandosi sulla competitività delle due Ferrari“non è stato un grande inizio di PL1 per noi, abbiamo avuto un problema con l’acceleratore che mi ha fatto perdere potenza. Ho abbassato il numero dei giri motore al minimo per tornare ai box. Con un paio di modifiche abbiamo sistemato il problema. Quando siamo usciti nuovamente, abbiamo avuto un nuovo problema, è stato un po’ un casino. Ho fatto alcuni giri prima della fine, ma niente di spettacolare. Abbiamo modificato il set-up nelle PL2, le sensazioni sono state decisamente migliori, ma c’è ancora del lavoro da fare. Non so i distacchi, ma la Ferrari sembrano piuttosto veloci, quasi un secondo più rapide rispetto a noi sul rettilineo che porta in Curva 5. È piuttosto impressionante, guadagnano molto nel primo settore, non c’è molto che possiamo fare per recuperare questo divario. Noi siamo nella lotta, e questo è positivo, il long run è stato molto positivo. Il bilanciamento ora non è così male, ma nelle PL1 era terribile, un incubo. Quello utilizzato per le PL2 era migliore”.