Formula 1, Binotto sembra avere le idee chiare: “gli errori di Vettel? Vi spiego da cosa sono dipesi”

binotto photo4/Lapresse

Il team principal della Ferrari ha commentato la prima parte di stagione, soffermandosi sulle prestazioni dei suoi due piloti

Il piatto piange per la Ferrari in questa stagione di Formula 1, il Cavallino infatti è l’unico dei tre top team che non è ancora riuscito ad ottenere una vittoria nel Mondiale 2019.

vettel

photo4/Lapresse

Una situazione davvero difficile da gestire per Mattia Binotto, al lavoro insieme alla sua squadra per provare a raddrizzare un campionato iniziato male e che rischia di terminare ancora peggio. Interrogato da Motorsport.com sulla prima parte di stagione, il team principal della Ferrari ha ammesso: “l’obiettivo di Vettel non è cambiato, vuole diventare campione del mondo con la Ferrari, ed è un obbiettivo per lui molto chiaro. L’inizio della stagione in questo senso è stato frustrante, perché gara dopo gara capisci di non essere nella posizione migliore per inseguire il tuo traguardo, ma Seb sa cosa vuole, e credo che questo sia per lui un aspetto fondamentale, che gli da la spinta e l’energia per andare avanti. Credo che i suoi errori siano dipesi dalla voglia di fare qualcosa data la scarsa velocità della macchina, è sempre più facile quando guidi un’auto veloce. Seb è sempre molto analitico nel suo modo di valutare ed affrontare i problemi, e questo è un grande aiuto per la squadra”.

leclerc

photo4/Lapresse

Binotto ha poi espresso il proprio punto di vista anche su Leclerc: “sapevamo che Charles fosse un talento, sapevamo che fosse molto forte perché lo abbiamo visto in GP3 e GP2. Tra i tanti aspetti, quello che più ci ha sorpreso è il miglioramento continuo che riesce a fare gara dopo gara, è incredibile come impari dai suoi sbagli. Abbiamo visto che il suo weekend in pista stia diventando sempre più solido e redditizio, e ha ancora margini di crescita: ci dà fiducia per il futuro. Abbiamo affiancato un pilota giovane ad uno più esperto, ed ha funzionato. Siamo anche una squadra giovane, e come approccio c’è la voglia di andare incontro a chi ha meno esperienza. Ma tornando a Charles, lo conoscevamo e sapevamo che… no, non era un rischio“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android 

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 6 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29588 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery