Andrej ISAKOVIC / AFP

Il team principal della Ferrari ha tracciato un bilancio di questa stagione, sottolineando poi di sapere come battere la Mercedes in futuro

La Formula 1 torna di nuovo in pista per la seconda parte di stagione, il Mondiale 2019 riparte da Spa dove è in programma domani il Gran Premio del Belgio.

photo4/Lapresse

La Ferrari ha dimostrato ieri una netta superiorità sul giro secco, non confortata però dalle simulazioni sul passo gara, che hanno sorriso invece alle Mercedes. Tuttavia Mattia Binotto non è apparso preoccupato ai microfoni de ‘La Stampa’, sottolineando di sapere come battere le Frecce d’Argento: “la nostra monoposto è veloce in rettilineo, ma lenta nei tratti misti. Banalmente, siamo in difficoltà sulle piste che hanno più curve. È una questione di carico aerodinamico e di bilanciamento. Le gomme 2019 amplificano questa differenza. L’anno prossimo il regolamento resterà stabile, quindi il lavoro su questa vettura ci consente di imparare e migliorare la monoposto del prossimo annoSiamo giovani e stiamo crescendo, saranno rinforzate le aree in cui sono emerse le debolezze attuali. Serve pazienza, stabilità e aggiustamenti sono la strada giusta. Il regolamento del 2021? È una grande incognita. Discutiamo da tempo, tanti aspetti non ci piacciono. Non c’è mai stato un cambio di regolamento aerodinamico così importante come quello che ci chiedono di approvare. Rischiamo di avere conseguenze impreviste. Siamo contrari a una F1 che sia una sorella maggiore di una F2 o di una Formula Indy. La Mercedes? La supereremo per i nostri pregi di italiani, la nostra passione per raggiungere gli obiettivi. Vedo una squadra con una passione incredibile, che sa quando entra al mattino in azienda e non si preoccupa di quando ne uscirà. Riusciamo a rendere al 120 per cento, non credo che gli altri ci riescano”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android