Roma, 1 ago. (AdnKronos) – “Nessuna proposta di legge in materia di eutanasia viene messa in calendario in agosto e in settembre, sia alla Camera che al Senato. Alla Camera, in particolare, c’erano stati dei tentativi di intervenire su questa materia per evitare di rinunciare ad una potestà legislativa che i rappresentanti del popolo rischiano di affidare alla Corte costituzionale che intende pronunciarsi su questi delicati temi entro il 24 settembre. Diversi di noi in Parlamento hanno avanzato proposte su questa materia, ma i vincoli del contratto di governo sembrano impedire una libera discussione di questioni che non dovrebbero essere condizionate dai patti di presunte maggioranze. è molto grave che ciò avvenga ed è molto grave che chi a parole difende i valori e sbandiera simboli religiosi si arrenda in questo modo”. Lo afferma il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.
“Non ci rassegniamo -aggiunge- e ci batteremo nel Parlamento e fuori per evitare decisioni arbitrarie ed illegali imposte al Parlamento. Ma chi ha delle responsabilità se le assuma con chiarezza in Parlamento e davanti alla pubblica opinione”.