Roma, 10 ago. (AdnKronos) – “Nicola Zingaretti ha vinto il congresso ed è il candidato di tutto il Pd alla guida del governo. Se invece per sua scelta decidesse di non volersi candidare a questo ruolo per dedicarsi esclusivamente al Pd, allora penso che le primarie di coalizione siano assolutamente irrinunciabili e indispensabili”. Lo chiede il senatore Francesco Verducci, membro della Direzione Pd.
“In un momento così drammatico, guai -aggiunge- chiudersi nei caminetti. è il momento per il Pd di costruire un grande appuntamento popolare rifondativo di uno schieramento democratico ampio e coeso. L’alternativa a Salvini, Meloni e Di Maio si costruisce in un percorso il più possibile partecipato, che coinvolga alla pari soggetti politici, associazioni, cittadini disposti ad impegnarsi per un’Italia forte e solidale. Solo una grande mobilitazione popolare, che si dia appuntamento quanto prima in primarie rifondative del centrosinistra, potrà sconfiggere nazionalisti e populisti”.