(AdnKronos) – Don Sturzo -aggiunge la seconda carica dello Stato- spese la sua esistenza per dare voce ai cattolici in politica ma anche per portare nel dibattito pubblico e nelle prassi politiche quella tensione morale che caratterizzava il suo animo. E le sue battaglie per affermare i valori di libertà, pace e giustizia, per le quali pagò anche in prima persona con l’esilio, sono un esempio illuminante di coerenza politica e di altissimo spessore umano”.
“L’appello che egli lanciò un secolo fa ‘agli uomini liberi e forti che sentono alto il dovere di cooperare ai fini superiori della Patria’ resta uno dei richiami più espressivi ed efficaci dell’intera storia politica italiana. Un messaggio -conclude Casellati- di straordinaria potenza evocativa che, sul piano dell’impegno cattolico in politica, ha segnato tutto il Novecento”.