Cristiano Ronaldo a cuore aperto, dal ritiro alle accuse di stupro: “il 2018 è stato l’anno più difficile della mia vita”

LaPresse

La sincerità di Cristiano Ronaldo: l’attaccante portoghese a cuore aperto in una lunga e profonda intervista da un’emittente del suo paese

E’ un Cristiano Ronaldo sincero, quello che ha aperto le porte di casa sua all’emittente portoghese TVI per un’interessante e profonda intervista nel quale ha trattato diversi argomenti: “non ho bisogno del calcio per vivere bene, sono tranquillo a livello finanziario. Quello di cui ho bisogno sono progetti allettanti e quello della Juve lo è. Mi è sempre piaciuta questa squadra, è la migliore in Italia e fra le migliori al mondo. E dopo aver vinto in Inghilterra e Spagna, ho vinto anche in Italia“, ha esordito.

LaPresse

Tutti vogliono vincere la Champions, anche noi, ma non dobbiamo viverla come un’ossessione, lasciamo che le cose facciano il loro corso e andiamo passo per passo. E poi bisogna ricordare che i soldi non fanno grandi squadre. Guardate da quanti anni Barcellona, Bayern o Psg non vincono la Champions“, ha aggiunto CR7 prima di aprire una parentesi sul suo possibile ritiro: “potrei chiudere la carriera il prossimo anno ma potrei giocare anche fino a 40, 41 anni. Non so, quello che dico sempre è che bisogna godersi il momento. Il presente e’ eccellente e devo godermelo. Credo che nessun giocatore detenga più record di me“.

LaPresse

Tanti i premi individuali raccolti durante la sua carriera “e molte volte in cui non ho vinto, ho sentito che era giusto“. Dall’altro lato “chi vince, però, ha sempre ragione e io sono uno dei migliori nel mio lavoro, sono ormai nella storia del calcio. Non è un caso se io e Messi siamo gli unici ad aver vinto cinque Palloni d’Oro. E ho ancora le motivazioni per cercare di vincere ancora, a livello di squadra e individuale, altrimenti avrei già smesso. Sarebbe facile, perchè non mi manca nulla, ma quello che mi muove è la passione per il calcio e la mia voglia di vincere“, ha continuato.

Infine il calciatore portoghese ha aperto una parentesi sulle questioni col fisco e sulle accuse di stupro del caso Mayorga: “il 2018 è stato l’anno più difficile della mia vita a livello personale. Fa male quando mettono in discussione il tuo onore. Ma grazie a Dio è stato dimostrato ancora una volta che ero innocente. Gli amici, la famiglia, chi mi vuole bene lo sapeva ma è stata dura ugualmente“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (34564 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery