chris froome
AFP/LaPresse

In un video postato sui social, il corridore britannico ha provato a raccontare i terribili momenti della caduta

Chris Froome prosegue il suo programma di recupero dopo l’incidente avvenuto durante il Giro Delfinato, costato l’intera stagione al corridore britannico. Ricoverato immediatamente in terapia intensiva per le conseguenze della caduta, il ciclista del Team Ineos è piano piano riuscito a risollevarsi, avvicinandosi adesso al completo recupero.

AFP/LaPresse

In un video postato sui social, Froome ha tentato di rivivere i momenti del crash: “non ricordo niente della caduta abbiamo ricostruito cosa è successo sulla base dei racconti di chi ha visto: stavo soffiandomi il naso e una forte raffica di vento mi ha fatto cadere. È stata una grande delusione capire che mi ero fatto parecchio male e di sicuro non potevo tornare in corsa e nemmeno pensare di andare al Tour de France. Dev’essere stata una scena in stile Grey’s AnatomyHo provato grande sofferenza, non solo fisica. Il giorno prima pensavo solo a vincere il Delfinato, poi sono finito in terapia intensiva. Ho provato sollievo quando i medici mi hanno detto che mi sarei ripreso al 100%Negli scorsi giorni mi è stato dato il via libera per tornare a muovermi. Svolgo 3 ore di fisioterapia al mattino, più altre 2 di esercizi al pomeriggio da solo a casaIl mio obiettivo è di essere al via del Tour de France del 2020, in condizione uguale o migliore di quella di quest’anno. Ogni settimana mi do un piccolo traguardo da raggiungere e vedo un leggero miglioramento. Non sarà facile, ma a piccoli passi ci arriverò”.