AFP/LaPresse

I magistrati incaricati del caso hanno rivelato come non esistano indizi che permettano di stabile l’eventuale violenza perpetrata da Neymar nei confronti di Najila Trindade

Sospiro di sollievo per Neymar Jr, il calciatore brasiliano infatti può definitivamente mettersi alle spalle le accuse di stupro presentate nei suoi confronti da Najila Trindade.

La Procura di San Paolo ha infatti chiesto l’archiviazione della denuncia, sottolineando come non esistano prove che certifichino l’eventuale violenza. Estefania Paulin e Flavia Merlini, i due pubblici ministeri incaricati di seguire il caso, hanno rivelato ai media come “siano state trovate ferite solo su un dito della modella 26enne e riscontrate solo lesioni corporali dovute ai colpi sulle natiche, con evidente arrossamento, ma questo è avvenuto con il consenso delle due parti. Abbiamo chiesto alla vittima di presentare le prove che diceva di avere, ma non lo ha fatto. La polizia le ha chiesto di consegnare il cellulare e il pc per visionare il video che secondo lei dimostrava l’aggressione, ma prima non ha voluto farlo, e dopo ha detto che glielo avevano rubato“. In seguito alla richiesta di archiviazione della Procura, seguita alla chiusura delle indagini da parte della polizia, toccherà adesso ad un magistrato dichiarare la chiusura del caso.