Palermo, 3 ago. (AdnKronos) – “Io non sarò mai un presidente padrone. Siamo stati abituati in questi anni ad avere un presidente che gestiva il Palermo come fosse roba sua, io non sarò mai cosi. Il Palermo è dei tifosi, non è mio. La svolta è che il presidente è un presidente appassionato ma è un imprenditore”. Lo ha detto, in conferenza stampa allo stadio Renzo Barbera, il presidente del nuovo Palermo Dario Mirri.
“Non c’era nessuno che fosse pronto a dare i soldi per il Palermo – ha aggiunto – Noi abbiamo messo 15 milioni di capitale sociale. Sarò un presidente imprenditore, perché ovviamente nel calcio non esiste chi butta i soldi, tutti hanno degli interessi e tutti hanno la visione che il Palermo può diventare una grande squadra. Vi chiedo di giudicarci sui fatti. Questo è quello che serve per portare il Palermo dove lo hanno strappato”.