Palermo, 2 ago. (AdnKronos) – Riprendere la vertenza per il lavoro e lo sviluppo e lanciare una vera e propria campagna contro l’autonomia differenziata, “un progetto che può solo fare aumentare le disuguaglianze nel Paese, rendendo inesigibili diritti fondamentali e rompendo l’unità nazionale”. E’ il programma per il mese di settembre annunciato dal segretario generale della Cgil Sicilia Alfio Mannino durante l’esecutivo di oggi del sindacato.
La Cgil ha annunciato fin da ora che chiederà incontri al governo regionale e alle amministrazioni comunali, “che non possono sottovalutare i rischi che si corrono per la tenuta dei servizi pubblici con una deriva di centralismo regionale”, e non ha escluso “il ricorso alla mobilitazione”. Fra i temi caldi del prossimo autunno anche “il rilancio della contrattazione sociale e territoriale, partendo – ha precisato Mannino – da un piano di azione per la costruzione di un sistema di welfare adeguato ai bisogni dei lavoratori e dei cittadini tutti”.