STEPHANE KEMPINAIRE

Atletica: a Doha Antonietta Di Martino riceverà il bronzo Mondiale 2009 

Ora è ufficiale: c’è un’altra medaglia mondiale per Antonietta Di Martino. In una cerimonia che si terrà durante i Mondiali di Doha, al via tra un mese esatto (27 settembre-6 ottobre), l’azzurra riceverà il bronzo iridato di Berlino 2009 del salto in alto, come conseguenza della squalifica per doping della russa Anna Chicherova, sanzionata nel febbraio 2018. All’Olympiastadion, dieci anni fa, la primatista italiana sfiorò il podio, classificandosi quarta con 1,99 nella gara vinta dalla croata Blanka Vlasic (2,04). Lo stop della Chicherova, allora argento, fa quindi guadagnare una posizione alla tedesca Ariane Friedrich e alla saltatrice di Cava de’ Tirreni, che arricchisce così la propria bacheca di successi, già nobilitata da altri due podi mondiali (argento nel 2007 e bronzo nel 2011), dall’argento dei Mondiali indoor 2012 e da un oro (2011) e un argento (2007) agli Euroindoor.

“UNA MEDAGLIA CHE SENTO MIA” – “Sono molto contenta di ricevere questa medaglia, la sento mia e la aspettavo dallo scorso anno – le parole della Di Martino, primatista nazionale con 2,04 indoor e 2,03 all’aperto, oggi 41enne mamma di Francesco, nato nell’agosto 2017 -. Quel podio mancato mi era rimasto in testa, il quarto posto mi stava stretto e qualcosa mi diceva che quella medaglia doveva essere mia. Sarà una grande emozione riceverla a Doha durante un campionato mondiale”. Il bottino azzurro di Berlino 2009, senza medaglie “sul campo”, si impreziosisce quindi di un altro podio dopo il bronzo assegnato due anni fa a Giorgio Rubino nella 20 km di marcia per la squalifica del russo Valery Borchin.