Atletica – Europei a squadre: miglior piazzamento di sempre per l’Italia, azzurri quarti

Atletica: azzurri quarti agli Europei a squadre, miglior piazzamento di sempre per l’Italia 

Mezzo punto di troppo lascia l’Italia giù dal podio, quarta, beffata dalla Francia nella corsa al terzo posto continentale, traguardo mai raggiunto prima dagli azzurri nel Campionato europeo a squadre e sfuggito a Bydgoszcz per l’inezia di una frazione (titolo alla Polonia padrona di casa, davanti alla Germania). Ma non basta, perché in questa avvincente edizione della rassegna a squadre, i tedeschi sono secondi con solo 1,5 punti di margine sugli italiani, al termine di una lotta a tre mai vista prima (e il quarto posto italiano è il miglior risultato di sempre, a superare il quinto di Leiria 2009). Questo l’esito di una due giorni di grandi emozioni, con la squadra italiana capace di quattro vittorie parziali, e di numerosi risultati di rilievo assoluto (12 i podi nel complesso), che completano, dopo le rassegne giovanili del mese di luglio, un’estate di soddisfazioni. Ai due successi di ieri, ottenuti da Davide Re e Yeman Crippa, si sommano quelli di Luminosa Bogliolo nei 100hs (12.87) e della staffetta 4×400 metri, composta da Edoardo Scotti, Matteo Galvan, Brayan Lopez, e ancora una volta Davide Re (3:02.04, miglior prestazione europea dell’anno). Nella giornata odierna, spiccano poi il secondo posto di Eseosa Desalu nei 200 (20.69, vento -1.0 m/s), e i terzi posti di Alessia Trost nell’alto (1,94) e della staffetta 4×400 donne (Mariabenedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Rebecca Borga e Giancarla Trevisan, 3:27.32). Significativi anche i quarti posti di Sara Fantini nel martello (67,81) e di Giovanni Faloci nel disco (60,25), così come il 5,66 del rientrante Claudio Stecchi nell’asta (quinto). Beffato sul rettilineo conclusivo di un 3000 metri troppo tattico Yeman Crippa (quarto, 8:03.69). La classifica generale, come detto, è dominata dalla Polonia padrona di casa, capace di ben dieci vittorie sulle quaranta gare del programma (345 punti), a seguire Germania (317,5), Francia (316,5) e Italia (316); più indietro, la Gran Bretagna (302,5), Spagna (294,5) e l’Ucraina (225). Retrocedono in First League Repubblica Ceca (219,5), Svezia (210,5), Grecia (197), Finlandia (190), e Svizzera (175).

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35148 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery