Atletica – Diamond League, sfide Mondiali a Birmingham

AFP/LaPresse

Tutto pronto a Birmingham per il nuovo appuntamento di Diamond League 

La IAAF Diamond League 2019 resta nel Regno Unito dopo il meeting di Londra, pronta per l’undicesima tappa con il Müller Grand Prix, domenica 18 agosto all’Alexander Stadium di Birmingham. Il massimo circuito internazionale dell’atletica, che andrà avanti sabato 24 con l’appuntamento di Parigi, prosegue il cammino verso la doppia finale di Zurigo (29 agosto) e Bruxelles (6 settembre). Diciassette le gare in programma, tredici valide per le classifiche e quattro extra, con la presenza di oltre sessanta medaglie tra rassegne iridate e Giochi Olimpici. In gara molti big dell’atletica statunitense reduci dai Trials di Des Moines, atleti di primo piano dell’area giamaicana e caraibica, e star dell’atletica europea, per un programma ricco di sfide dal sapore iridato, a quaranta giorni dall’inizio dei Campionati Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre).

La gara con il più alto tasso di qualità è sui 200 metri, per la presenza della primatista del meeting e olimpionica dei 400 Shaunae Miller-Uibo (Bahamas), di “pocket rocket” Shelly-Ann Fraser-Pryce (Giamaica), della britannica regina d’Europa Dina Asher-Smith, e di un contorno da lustrarsi gli occhi: l’ivoriana vice-iridata Marie-Josée Ta Lou, l’olandese Dafne Schippers, la campionessa USA Dezerea Bryant, la nigeriana Blessing Okagbare. Un contesto di valore assoluto, cui fa da contraltare l’altra gran gara femminile ricca di stelle, i 100 ostacoli: una specie di resa dei conti anticipata Stati Uniti-Giamaica, con la primatista mondiale e del meeting Kendra Harrison e le connazionali Claye-Harrison, McNeal e Ali, contro le “jam” guidate dalla neoprimatista Brown, la Tapper-Simmonds e le due Williams, Jeanine e soprattutto l’iridata 2015 Danielle, davanti a tutte nell’ultima tappa di Londra con la world lead di 12.32. Il leit-motiv continua sui 100 uomini, con la star a stelle e strisce Christian Coleman e l’iridato 2011 giamaicano Yohan Blake, entrambi usciti vittoriosi dai rispettivi Trials, anche se a inseguire più da vicino Coleman potrebbero esserci il connazionale onnipresente Rodgers, il duo cinese Xie-Su, il canadese De Grasse e il sudafricano Simbine.

TV – Il meeting di Birmingham sarà trasmesso in diretta, domenica 18 agosto, su Sky Sport Uno (canale 201 Sky) dalle 15 alle 17.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (34564 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery