Milano, 26 ago. (AdnKronos) – Il gruppo Aquafil, uno dei principali produttori di nylon 6 in Italia e nel mondo, chiude il primo semestre dell’anno con ricavi in calo a 286,7 milioni (-1,6%). I ricavi di prodotti a marchio Econyl, quelli ottenuti dagli scarti industriali del nylon o di altri prodotti come le reti da pesca, sono aumentati invece del 4,5% e del 1,1% nel secondo trimestre 2019.
“I ricavi generati dalla vendita di prodotti a marchio Econyl crescono anche in questo semestre, a testimonianza del continuo interesse del mercato per un’economia circolare. Tra le varie collaborazioni in corso, nel semestre sono uscite le collezioni di Prada, Burberry e Napapijri, che hanno comunicato in maniera importante l’utilizzo dell’ingrediente nei loro prodotti. Prada in primis ha annunciato la volontà di usare solo nylon a marchio Evonyl entro il 2021”, spiega Giulio Bonazzi, presidente e amministratore delegato.