Niente mezze misure, Anelka senza peli sulla lingua: “mi vergogno del trasferimento alla Juventus”

Lapresse

L’ex attaccante bianconero ha ripercorso la sua esperienza in Italia, sottolineando di vergognarsi di quella scelta

Non è stata certamente da ricordare l’esperienza di Nicolas Anelka con la maglia della Juventus, l’attaccante francese infatti non ha lasciato il segno in bianconero, giocando poco e segnando ancora meno.

LaPresse/ImagineChina

Intervistato da Tuttojuve.com, Anelka non ha usato mezze misure: “sinceramente, quando qualcuno mi parla della Juventus cerco di cambiare subito argomento: mi vergogno del trasferimento. Ho giocato e segnato in tutte le squadre in cui ho giocato tranne che a Torino. Quindi senza mancare di rispetto a questa grande squadra, non si può affermare che ero un loro giocatore proprio per come è andata quella esperienza. Avevo deciso di accettare la Juve perché è un grande club, con una buona storia e anche perché era al primo posto in Italia. Purtroppo, questa rimarrà la mia peggiore esperienza poiché ho giocato solo 45 minuti e non ho mai potuto indossare questa maglia allo Juventus Stadium davanti ai tifosi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29588 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery