Vicenza, 30 lug. . (AdnKronos) – I Finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Gip presso il locale Tribunale, cautelando somme di denaro ed un bene immobile di proprietà di un vicentino di 71 anni, sindacalista ed ex dipendente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Si tratta dell’esito di una complessa investigazione di polizia economico-finanziaria svolta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del capoluogo berico nei confronti del sindacalista ed ex dipendente del Ministero, ora in pensione, che è stata sviluppata attraverso un’ispezione in materia di spesa previdenziale orientata al controllo dell’integrazione dei requisiti necessari per beneficiare di un trattamento pensionistico di favore riservato dalla legge al ‘corpo” sindacale.
Le indagini hanno consentito di individuare un sistema fraudolento attuato dal sindacalista con la complicità del segretario provinciale della sigla sindacale, un vicentino di 56 anni, attraverso il quale il 71enne ha ricevuto ‘ in assenza di peculiari esigenze del sindacato e per il solo anno antecedente al transito in quiescenza ‘ una retribuzione supplementare e la conseguente additiva contribuzione versata dall’ente all’Inps. Maggiorazioni che, in virtù della normativa, hanno determinato in capo al sindacalista l’incremento del trattamento pensionistico di oltre 1.000 euro mensili, di cui ha beneficiato da settembre 2007, per una cifra complessiva, nel tempo, superiore a 155.000 euro.