Photo4/LaPresse

Verstappen vince il Gp di Germania nel quale la pioggia l’ha fatta da padrone. Ferrari sfortunata con Leclerc, ma che rimonta Vettel! Disastro Mercedes: Bottas a muro, Hamilton undicesimo

Un vero e proprio inferno d’acqua, non ci sono parole più adatte a descrivere l’incredibile gara disputata quest’oggi nel Gp di Germania. Più che un ‘Ring’ ad Hockhenheim i piloti hanno guidato in una vera e propria piscina, lottando contro le difficoltà di una pista inzuppata d’acqua che ha reso complicata la gara dall’inizio alla fine.

leclerc
Photo4/LaPresse

Dopo una partenza davvero particolare, con safety car e gomme da bagnata su una pista che sembrava asciugarsi, Perez è il primo a chiamarsi fuori dalla gara con un testa coda che costringe la safety car a rientare in pista. I piloti provano a cambiare gomme e Leclerc rischia l’incidente con Grosjean all’uscita dai box. Il pilota monegasco non viene penalizzato e sfrutta un’ottima strategia della Ferrari arrivando fino in seconda posizione con il crono più veloce. Il 29° giro però risulta anche l’ultimo del suo gran premio: il giovane pilota monegasco finisce fuori all’ultima curva ed è costretto ad abbandonare il Gp di Germania.

Lapresse/Photo4

Stesso errore commesso da Lewis Hamilton qualche secondo dopo, ma il leader del Mondiale tocca appena la barriera danneggiando il muso. Tornato a sorpresa ai box, con tanto di penalità, Hamilton perde ulteriore terreno a causa delle difficoltà dei meccanici Mercedes a sostituire i pezzi danneggiati con poco preavviso. Il pilota britannico terminerà ultimo la sua gara dopo una seconda uscita di pista, interrompendo una striscia di 9 gare sul bagnato vinte consecutivamente. La domenica sfortunata della Mercedes, nella gara di casa e nella giornata dei 125 anni, si completa con lo schianto di Bottas contro le barriere.

Lapresse

La gara va a Max Verstappen, l’unico dei big a non aver avuto grossi problemi in pista a parte un clamoroso 360° che rischiava di costargli caro. Il pilota olandese domina la fase conclusiva della gara accumulando un vantaggio che gli consente di gestire al meglio la propria leadership e rosicchiare punti importanti in classifica. Secondo posto per uno strepitoso Sebastian Vettel che completa una strepitosa rimonta partendo dall’ultima posizione e battendo nel finale l’ottimo Kvyat che festeggia la nascita della figlia Penelope con un terzo posto davvero inaspettato.