(AdnKronos) – Il lavoro dei tecnici si è concentrato principalmente su due fronti di indagine: quello delle microplastiche in acqua e quello dell’inquinamento microbiologico. La qualità delle acque del Lago di Santa Croce è un elemento imprescindibile per lo sviluppo del territorio, soprattutto per quanto riguarda la vocazione turistica. Nelle analisi della Goletta dei Laghi vengono prese in esame le foci dei fiumi, torrenti, gli scarichi e i piccoli canali che si trovano lungo le rive dei laghi, punti spesso segnalati dai cittadini attraverso il servizio SOS Goletta. Queste situazioni sono i veicoli principali di contaminazione batterica di origine fecale, dovuta all’insufficiente depurazione che, attraverso scarichi e corsi d’acqua, arriva nel lago.
Tutti e tre i punti campionati dai tecnici della Goletta dei Laghi sono risultati entro i limiti previsti dalla legge. Nella fattispecie, i punti monitorati sono in prossimità dell’area balneazione, in prossimità dell’area kyte surf di un camping ad Alpago, e presso la marina barche, sempre ad Alpago.
‘Siamo molto soddisfatti di questi risultati ‘ ha affermato nel corso dell’incontro con la stampa Piero Decandia, direttore di Legambiente Veneto ‘ l’assenza di criticità è positiva per un bacino a forte vocazione turistica come quello del Santa Croce. Il lago rappresenta un forte volano per l’economia territoriale”.