Vela – Mondiale GC32: il titolo al team Alinghi

Jesus Renedo / Sailing Energy/GC32 Racing Tour

Il team Alinghi di Ernesto Bertarelli e timonato da Arnaud Psarofaghis nuovo campione mondiale GC32

Entrato nell’ultimo giorno di regate con un vantaggio di ben 16 punti, il team Alinghi di Ernesto Bertarelli e timonato da Arnaud Psarofaghis, ha ottenuto un secondo posto e due vittorie, che gli hanno assicurato la vittoria del mondiale GC32 con due prove di anticipo. Un risultato ancor più incredibile dato il livello degli avversari a Lagos.

“Sono molto felice, anche se non me ne rendo ancora ben conto.” Ha dichiarato a caldo Psarofaghis. “E’ stata una settimana dura. Il nostro shore team e i ragazzi ha bordo hanno fatto un lavoro eccezionale. Abbiamo avuto solo un paio di risultati non brillanti su 18 prove. Un lavoro di team perfetto, vincere con due regate di anticipo è bellissimo, vista la forza della concorrenza. Team Tilt ha finito secondo, dunque è un gran giorno per la vela svizzera.”

Non avendo potuto disputare due regate per le condizioni di vento leggero il penultimo giorno, gli organizzatori del mondiale erano preoccupati per le previsioni che parlavano di una brezza evanescente anche per l’ultimo giorno. Fortunatamente però il vento si è stabilizzato intono all’una del pomeriggio, permettendo di portare a termine le cinque prove in programma con condizioni eccezionali, con un vento che per le ultime regate soffiava a oltre 20 nodi.

Oltre ad Alinghi, anche Team Tilt  dello skipper Sébastien Schneiter ha vissuto una giornata eccezionale, iniziando con una vittoria e non chiudendo mai oltre il quinto posto nelle regate successive, nemmeno quando nella terza ha azzardato una partenza mura a sinistra. Avendo iniziato la giornata conclusiva in quarta posizione, la costanza delle prestazioni ha fatto risalire il campione in carica, su cui navigava lo skipper di  Emirates Team New Zealand Glenn Ashby,  fino alla seconda piazza.

“Abbiamo capito subito dove stavamo sbagliando e cosa andava bene, siamo migliorati giorno dopo giorno, navigando sempre meglio.” Ha spiegato Schneiter. “Il primo giorno abbiamo perso tanto, quindi riuscire a finire secondi è il miglior risultato a cui potessimo aspirare. Sono contento per tutto il team, che ha combattuto per ogni singolo punto, continuando a crederci. Una dimostrazione della forza del gruppo.”

L’ultimo posto sul podio è stato conquistato da INEOS Rebels UK con un solo punto di distacco, e probabilmente non nel modo che lo skipper Ben Ainslie avrebbe voluto, con due collisioni per cui il team britannico è stato penalizzato di tre punti. “Eravamo piuttosto aggressivi e abbiamo spinto un po’ troppo.” Ha riconosciuto poi Ainslie. Da notare che dopo il secondo di questi incidenti, in cui il team inglese in partenza stava cercando uno spazio fra CHINAone NINGBO e la barca comitato, e che l’aveva relegato in ultima posizione, INEOS Rebels UK è riuscito a rientrare ed è andato a vincere la regata. “Capita spesso di partire male, con questa flotta così forte, ma poi ti togli dalla mischia e riesci a rientrare. Se puoi navigare lontano dai rifiuti e fare le tue scelte, il tutto diventa più facile. E’ stata una giornata dura, ma le ultime due prove sono andate bene.” Ha spiegato Ainslie

Anche il francese Franck Cammas su NORAUTO ha vissuto un’ultima giornata molto positiva, finendo sempre fra i primi tre, a parte in una prova, e vincendo l’ultima. “Uno dei velisti di CHINAone NINGBO è caduto in acqua proprio davanti a noi, ci siamo fermati e siamo rimasti per controllare che non ci fossero problemi.” Ha raccontato il transalpino. “Dopo di che tutte le barche dietro a noi hanno strambato e sono andate dirattemente in layline.” In quel momento NORAUTO era in terza posizione, ma a causa dell’incidente ha concluso in ottava. “Abbiamo perso il podio per quell’incidente.” Ha detto un rassegnato Cammas. “Ma è stata una bella giornata, specialmente l’ultima prova.”

A parziale consolazione, Cammas e il suo equipaggio di NORAUTO ha fatto registrare la velocità media più alta della flotta, vincendo la Cascade Sopromar Speed Challenge e cinque camere per tre notte nel prestigiosi cinque stelle Cascade Wellness & Lifestyle Resort di Lagos.

Ha chiuso in sesta piazza overall e ha vinto il mondiale fra gli Owner Driver il più longevo team GC32, Argo dello statunitense Jason Carroll che ha battuto Zoulou del francese Erik Maris. “E’ stato divertente, con il vento ballerino ci sono stati un sacco di cambi di posizione.”Ha detto l’americano Carroll  “In qualche momento siamo stati brillanti, ma non abbiamo mai avuto una giornata perfetta. La nostra migliore prestazione è stata il 3-3-2 del primo giorno, quando il team è riuscito benissimo a lavorare insieme.”

Dopo i primi tre giorni molto positivi, la giornata di chiusura è stata decisamente deludente per Oman Air che  non ha potuto chiudere meglio di quinto overall mentre la giornata conclusiva è stata brillante anche Red Bull Sailing Team dello skipper austriaco Roman Hagara e per i nuovi arrivati sul circuito GC32 Black Star Sailing Team, dell’elvetico Christian Zuerrer, che hanno concluso il mondiale con buoni risultati parziali, un quarto e un terzo posto nel loro secondo evento della classe GC32 in assoluto.

Il Mondiale GC32 è però stato al 100% di Alinghi, come ha confermato il Team Manager Pierre-Yves Jorand: “Diventare campioni GC32 con un team così è fantastico. Forse la classifica non lo lascia intendere ma in mare abbiamo dovuto combattere per ogni singolo metro. Questo è il vertice di molti anni di lavoro su barche di questo tipo. I ragazzi hanno navigato benissimo e lo shore team ha preparato la barca al meglio. La concorrenza era fortissima e il campo di regata eccezionale. Le autorità e gli organizzatori locali sono stati grandi e ci hanno aiutato a risolvere piccoli problemi. Riuscire a portare a termine 18 prove in condizioni così belle è stato un gran risultato. E’ stato u bel mondiale. Sono molto felice e molto orgoglioso di tutto il gruppo, del team che ha lavorato qui e in Svizzera.” 

Il campionato mondiale GC32 2019 si è svolto co il supporto della Città di Lagos, della  Marina de Lagos e di Sopromar. Il prossimo evento in programma per il GC32 Racing Tour  sarà la Copa del Rey MAPFRE a Palma di Maiorca, dal 31 luglio al 4 agosto.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35102 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery