elia viviani
AFP/LaPresse

Elia Viviani si dimostra sportivo e sincero al termine della decima tappa del Tour de France, conclusa al secondo posto: il cilista italiano descrive come ‘meritata’ la vittoria di Van Aert

Secondo posto per Elia Viviani nella decima tappa del Tour de France. Nonostante la volata finale fosse ampiamente alla sua portata, il ciclista della Deceuninck-Quick Step è stato beffato dal belga Wout Van Aert. Ai microfoni della Rai, Viviani ha accettato sportivamente la sconfitta: “è stata una volata testa a testa, mi è mancato qualcosa negli ultimi trenta metri. Oggi il ventaglio ha influito, lo sprint e’ stato a ranghi ridotti ed è andato in scena un vero e proprio testa a testa: Van Aert è stato più forte. Arrivo in leggera salita? Non si può sempre voler arrivi piatti, oggi abbiamo fatto bene ma il belga ha avuto quel colpo di reni in più negli ultimi metri“.