andy murray
AFP/LaPresse

Andy Murray pronto al rientro in singolo: il tennista scozzese proverà a Cincinnati, ma la sua partecipazione agli US Open resta in forte dubbio

Dopo aver quasi rischiato il ritiro (praticamente annunciato) ad inizio anno, Andy Murray si è sottoposto ad un’operazione all’anca che gli ha permesso, lentamente, di ritornare a giocare a tennis. Poter ritornare in campo è già una vittoria, viste le premesse, ma il tennista britannico vuole tornare a competere ad alti livelli anche in singolare. Fin qui i pochi match giocati da quando è tornato sono stati tutti di doppio e sarà così anche in Canada, ma a Cincinnati potrebbe tentare la strada del singolare. Più difficile invece vederlo ai nastri di partenza degli US Open al via il 26 agosto: per giocare uno Slam su 5 set potrebbe essere ancora troppo presto.

Queste le parole rilasciate dal tennista in merito alla sua condizione fisica: “l’ipotesi più rosea mi vedrebbe in campo già tra due settimane a Cincinnati. Mi muovo senza dolore o fatica il giorno successivo alla partita, ma ci sono ancora cose che devono migliorare. Mi allenerò anche in singolo, vedremo come va passo dopo passo. Ho comunque la speranza concreta di poter tornare quello di prima. Per come mi sento e come reagisce il mio corpo, perché no? Non vedo il motivo per cui non dovrei farcela. Serve solo tempo”.