Venezia, 23 lug. (AdnKronos) – ‘L’ingresso di Treviso nel Teatro Stabile del Veneto, per il quale mi complimento con tutti coloro che hanno creduto, come me, in un’istituzione teatrale veneta più forte e sempre più vicina al territorio, rappresenta la prima applicazione della nuova legge regionale sulla cultura che sostiene chi si aggrega o ha la forza di fondersi”. Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, salutando con grande soddisfazione il via libera da parte dell’Assemblea dei Soci del Teatro Stabile del Veneto, riunitasi oggi a Venezia, alle variazioni al bilancio preventivo 2019 che rendono operativa la presenza del Comune di Treviso nell’associazione dello Stabile, concretizzando così definitivamente l’ingresso approvato il 3 luglio scorso.
‘La chiusura di questa partita ‘ continua il presidente ‘ è un passo verso la realizzazione di una piattaforma teatrale veneta competitiva sul piano nazionale e internazionale e capace di costituire un benchmark per tutti i teatri nazionali”.
‘L’operazione si chiude senza lasciare nulla di irrisolto ‘ conclude Zaia ‘. Con l’approvazione delle variazioni al bilancio preventivo infatti il Teatro Stabile del Veneto dimostra di rispettare i principi di sostenibilità a tutela dei Soci Fondatori e dell’equilibrio del proprio bilancio. E il teatro Mario del Monaco potrà riprendere gli spettacoli per la stagione 2019/2020, restituendo a Treviso il ruolo che le compete nel campo dell’offerta culturale”.