Roma, 24 lug. (AdnKronos) – Sul Tav “in ogni interlocuzione ho sempre sostenuto la volontà dell’Italia di ridiscutere l’opera”, e “aver tenuto il punto” con l’Europa e la Francia “ci ha consentito di ottenere un oggettivo passo avanti dal punto di vista economico. Ciò che non siamo riusciti ad ottenere è la discussione dell’opera”, per la “ferma decisione della Francia a proseguirla. E questo è stato l’elemento decisivo che ha pesato nella mia valutazione” perché una decisione unilaterale dell’Italia “avrebbe costi ingenti per le casse dello Stato e quindi chiare ripercussioni negative”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, nel corso del question time alla Camera.