(AdnKronos) – “Quando si ha a che fare con accordi internazionali tra due Paesi – ha rimarcato il premier – già ratificati da entrambi i Parlamenti, si hanno infatti due strade per venir meno alla precedente intesa: o si raggiunge un nuovo accordo bilaterale ‘ strada che, come ho detto, ho perseguito fino alla fine invano – oppure si assume la responsabilità di procedere con una determinazione unilaterale”.
“Da qui la mia affermazione che oggi ‘ a queste condizioni, cioè senza un accordo con la Francia ‘ fermare l’opera sarebbe più svantaggioso che realizzarla. L’eventuale decisione unilaterale necessiterebbe, evidentemente, di un passaggio parlamentare”.