(AdnKronos) – Per l’imminente futuro il presidente Albano, con il management della Fondazione Giglio, ha programmato il rinnovo tecnologico dell’Emodinamica “con un investimento superiore ad 1,5 milioni di euro”. Sono in corso le gare per l’aggiudicazione di due angiografi, di cui uno portatile, di un ecografo specialistico, dei sistemi di monitoraggio per la terapia intensiva cardiologica e della strumentazione per i test da sforzo. Nella rete per l’infarto, la Cardiologia è stata classificata come centro hub, ovvero di II livello, dove vengono trasferiti in urgenza tutti i pazienti acuti all’interno di un bacino di circa 150 mila abitanti.
La Cardiologia del Giglio tratta circa 250 infarti ogni anno di cui 100-120 Stemi su un totale di circa 800 procedure diagnostiche e circa 450 angioplastiche/anno. I ricoveri sono oltre 1200 l’anno di cui i tre quarti dal Pronto soccorso.