Palermo, 31 lug. (AdnKronos) – Due medici dell’ospedale Ingrassia di Palermo, in servizio presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia, sono stati aggrediti ieri dai familiari di una paziente ricoverata che pretendevano di entrare in reparto oltre l’orario di visita consentito. All’invito del ginecologo ad accomodarsi fuori dai locali, i parenti della donna avrebbero reagito prima con un atteggiamento minaccioso e poi passando alle vie di fatto. In soccorso del medico è arrivata una collega, anche lei aggredita. Ad evitare il peggio è stato l’intervento della sicurezza e della polizia. Per i due medici, curati in Pronto soccorso, la prognosi è rispettivamente di 10 e 5 giorni.
“Ai due medici che con scrupolo e professionalità assolvono il proprio lavoro – si legge in una nota della direzione aziendale dell’Asp di Palermo- va la solidarietà, il supporto e il sostegno che non faremo mancare in tutte le sedi opportune, costituendoci parte civile in un eventuale giudizio a carico di chi con la violenza a la vile sopraffazione vuole prevaricare ruoli e regole”.